Sperlonga

SPERLONGA PERLA BLU DEL LAZIO MERIDIONALE

Arroccato tra i Monti Aurunci, Sperlonga è un piccolo borgo marinaro a picco sul mare che deve il suo nome alle numerose grotte naturali (speluncae) che accompagnano la costa.

Inserito tra i borghi più belli d’Italia, Sperlonga fa parte della Riviera di Ulisse insieme ad altri comuni della provincia di Latina: Terracina, San Felice Circeo, Sabaudia, Gaeta, Formia e Fondi.

Meta obbligata per gli amanti del mare, questo piccolo paesino mantiene intatta la sua antica anima mediterranea. Case dalle mura bianche separate da stretti vicoli che portano al mare; terrazze che profumano di vento; piazzette ampie e luminose. E il ritmo lento, placido e costante della vita che imita le onde di quel mare sempre a portata di occhio.

Terrazza in cima al borgo di Sperlonga

A Sperlonga non si capita per caso, bisogna andarci. E a chi si arma di intenzione questo luogo regala bellezza.

In cima al paese vi accoglie una terrazza che mostra un’anteprima della spiaggia e del mare che attendono poco più giù. Si può scegliere di andare dritti alla meta oppure di perdersi tra le vie del centro storico.

mare visto da uno dei tanti vicoletti caratteristici di Sperlonga

Nel centro storico di Sperlonga le vie mostrano tutte in orizzonte il mare. I piccoli negozietti sono discreti, espongono la merce senza troppo rumore. Tra i vicoli, alzando gli occhi, si vedono i panni stesi al sole. In piena estate, qualche porta resta aperta sulla strada come si usava qualche decennio fa, confidando nel rispetto dei passanti. Dalle finestre vengono fuori profumi di quotidianità insieme ad altri più stranieri.

Camminando in quel labirinto luminoso si inciampa facilmente nei tavolini di qualche locale, che forse per scusarsi dello spazio preso lasciano al passante qualche pensiero incoraggiante. Poi ecco il mare.

tra le vie del centro storico di Sperlongalonga

 

Ma Sperlonga non è solo mare e spiagge. Incastonate tra le vie del borgo ci sono la Chiesa di Santa Maria, il Palazzo Sabella (che ospitò l’antipapa Clemente VII nel 1379) e le torri di avvistamento, oltre ad un importante sito archeologico.

la villa di Tiberio

La Villa di Tiberio (imperatore dal 14 al 37 d.C) è il sito archeologico più importante di Sperlonga. Costruita ristrutturando una villa già esistente risalente al periodo tardo repubblicano, i locali sono disposti intorno ad un portico e a una grotta naturale. Mentre la villa venne scoperta nel 1957 durante i lavori di costruzione della nuova Via Flacca, la grotta naturale era nota agli archeologi dal 1908.

La villa fu probabilmente donata all’imperatore dal nonno materno Aufidio Lurcone dato che la madre Livia era originaria della vicina Fondi.

Nel 1963 venne inaugurato il Museo Archeologico Nazionale di Sperlonga progettato da Giorgio Zama che raccoglie le statue ritrovate nella villa. Alcune di queste statue rappresentano la leggenda di Ulisse come per esempio lo stesso eroe e Polifemo. Infatti già in epoca romana il mito del re di Itaca era molto popolare e si credeva che il promontorio a Nord fosse l’isola della maga Circe.

Le torri di avvistamento

Costruite nel 1500, le torri di avvistamento furono erette per difendersi dagli attacchi via mare dei Saraceni. Le torri sono 4: la Torre Centrale detta anche Torre Maggiore, la Torre Truglia, la Torre del Nibbio posizionata all’interno del centro storico e la Torre di Capovento che si trova a qualche km a sud di Sperlonga.

La più conosciuta è la Torre Truglia, che sorge su uno scoglio guardando dritto il mare. Il suo profilo separa la Riviera di Levante che porta alla Grotta di Tiberio, dalla Riviera di Ponente che affianca la parte bassa del paese.

Torre Truglia a Sperlonga

La torre accoglie il primo sguardo del visitatore e lo saluta quando se ne va.

Nei secoli è stata distrutta e ricostruita più volte dopo gli attacchi degli ottomani nel 1534 e poi dei Turchi nel 1623.

Dal 1870 al 1969 ha ospitato la Guardia di Finanza e attualmente è sede del “Centro Educazione dell’Ambiente Marino” del Parco Naturale Regionale della Riviera di Ulisse. La torre ha un suggestiva terrazza, spesso aperta ai visitatori durante gli eventi estivi. Lì è possibile contemplare il mare annerito dalla sera, magari ascoltando un po’ di musica dal vivo seduti su morbidi cuscini.

tramonto sul mare a Sperlonga

Dal 27 al 30 giugno Sperlonga ospiterà “Sapori di mare” uno dei maggiori eventi enogastronomici del Lazio. Una buona occasione per godere del borgo e delle eccellenze gastromiche che questo territorio offre.

 

 

 

 

 

 

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *