risaie

Le risaie si allagano e inizia la instagram-mania!

Tra Novara, Vercelli e Pavia si coltiva più del 60% del riso europeo. Il panorama delle risaie allagate inizia a presentarsi in tutto il suo splendore. La sommersione delle risaie è ciò che forma il cosiddetto “mare a quadretti”. Solo chi vive in queste zone può testimoniare l’emozione di vedere la prima risaia allagata della stagione!

Sia che si vada nel Vercellese, nell’area del Principato di Lucedio, dove arrivò il primo riso in Italia e dove la bellezza del campanile ottagonale dell’abbazia si specchia nelle risaie allagate, sia che si scelga di attraversare la Lomellina, con lo straordinario complesso romanico della Basilica di Santa Maria Maggiore a Lomello, le luci, i riflessi nell’acqua, i tramonti fanno partire la Instagram-mania!

Le risaie allagate del Novarese spesso riflettono la cupola di San Gaudenzio di Novara

Offrono scenari bellissimi, con la catena delle Alpi sullo sfondo, perfetti per chi ama i giochi di riflessi e di contrasti. Ma offrono anche tanti scorci con oratori campestri, castelli, campanili e cascine più o meno monumentali che si riflettono perfettamente nelle risaie.

Quello delle risaie allagate è anche il momento in cui compaiono i trattori con le ruote metalliche

Cerchi dentati che consentono agli agricoltori di muoversi in quei circa 10 cm di acqua che si preparano a fare da coperta termica per il riso seminato. L’acqua è sempre in leggero movimento, dalle risaie più alte alle più basse, e anche questo consente agli appassionati di fotografia di trovare punti di vista davvero unici!

Quella delle acque, in questa zona, è una storia antica

Arriva da aree paludose bonificate in età medievale e trasformate, nei secoli, nel paesaggio della risicoltura. Ancora oggi sono le mani attente degli acquaioli delle associazioni gemelle Irrigazione Est Sesia e Irrigazione Ovest Sesia a gestire il flusso di acqua che entra nelle risaie. Acqua che non si consuma, ma che passa, lenta, uscendo dal fiume Po, con il Canale Cavour a Chivasso, e rientrando nel fiume Ticino, a Galliate.

Quello delle risaie allagate è il luogo perfetto, oltre che per gli instagramers, per gli amanti del birdwatching

Sono tantissime infatti le specie, soprattutto di volatili, che affollano letteralmente i campi nel periodo della preparazione della terra, ma anche e soprattutto nella fase di sommersione: non sarà difficile vedere aironi, cicogne, ibis sacri e tantissimi e curiosi altri personaggi aggirarsi con le zampe nell’acqua.

Voglia di vivere l’esperienza delle risaie allagate, di workshop fotografici, di raduni di instagramers e instawalk nel mondo del riso? Seguite www.ricexperience.it e i canali social di @ig_vercelli_biella e @ig.novara. Se invece vi viene, nel frattempo, voglia di risotto, su www.risotto.us trovate più di 300 ricette!

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *